Post in evidenza

CONCORSO PUBBLICO PER CUOCO CATEGOROA B1 IN STRUTTURA IPAB - VICENZA


CONCORSO PUBBLICO PER CUOCO IPAB CHIAMPO

                               


                                                                 IPAB CHIAMPO
                                              CENTRO SERVIZI ASSISTENZIALI ''S. ANTONIO''



INDETTO CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI CUOCO CATEGORIA B - POSIZIONE ECONOMICA B1 A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO CCNL 2016/2018 COMPARTO FUNZIONI LOCALI 


                                                        SCADENZA 12 GIUGNO 2020


REQUISITI PER L'AMMISSIONE
  • Titolo di studio: attestato di qualifica professionale di cuoco o equipollente; per i diplomi non conseguito in Italia, il candidato dovrà allegare, a pena di esclusione, l’eventuale equipollenza al rutolo richiesto e gli estremi della normativa, nazionale ed europea, che dispone l’equipollenza. Per i cittadini degli Stato membri dell’Unione Europea è richiesto il possesso del titolo di studio equipollente a quello italiano; tale equipollenza dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti autorità; 
  •  Età minima: 18 anni;
  •  Età massima: età pensionabile;
  •   Cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti all’Unione Europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. 7 febbraio 1994, n. 174, e da quanto stabilito dall’art. 38 del D. Lgs 30 marzo 2001, n. 165, modificato dalla L. 97 del 06/08/2013, art. 7, purché risultano in possesso dei seguenti requisii: 
-  godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o provenienza;
-  possesso, fatta eccezione per la titolarità della cittadinanza italiana, di tuƫti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
- adeguata conoscenza della lingua italiana. (La conoscenza della lingua italiana si intende adeguata nel momento in cui il cittadino dell’UE, in sede d’esame, ne dimostri la conoscenza, nel caso di prove scritte, attraverso la predisposizione di un elaborato lessicalmente ed ortograficamente corretto rispetto alle regole della lingua italiana, al pari degli altri candidati cittadini italiani. Nel caso di prove orali il medesimo dovrà essere in grado di sostenere il tenore del colloquio secondo le conoscenze della materia oggetto della prova, in modo chiaro e comprensibile. In ogni caso è esclusa la possibilità di sostenere la prova d’esame in lingua d’origine dello Stato dell’UE di cui è cittadino, né è ammessa l’assistenza di un traduttore.)
  • Pieno godimento dei dirttii politici. Non possono accedere all'impiego coloro che siano esclusi dall'elettorato politico attivo;
  • Iscrizione alle liste elettorali;
  •  Assenza di destituzione e/o dispensa dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione; 
  •  Assenza di decadenza da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegai civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3;
  • .Piena idoneità fisica all'impiego (accertata direttamente dall'Amministrazione); 
  •  Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva (dichiarazione da redigersi solo da parte dei cittadini italiani soggetti all'obbligo di leva);
  • Assenza di condanne penali e/o procedimenti penali in corso per i quali non sia possibile procedere alla nomina.
  •  Per i volontari delle FF.AA, il possesso dell’eventuale diritto della riserva del posto, secondo quanto previsto dagli articoli 1014 e 678 del D.Lgs. 66/2010. 


I requisiti prescritti devono essere posseduti dai candidati, a pena di esclusione, alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. Prima dell’assunzione, l’Ente potrà sottoporre a visita di controllo il candidato, allo scopo di accertare se il vincitore abbia l’idoneità necessaria e sufficiente per poter esercitare le funzioni attribuite al posto da ricoprire. Se l’accertamento sanitario risulterà negativo o se l’interessato non si presenterà, senza giustificato motivo, non si darà corso all'assunzione. 



TRATTAMENTO ECONOMICO

Il trattamento economico lordo del posto messo a concorso è quello annesso alla categoria B1 del vigente C.C.N.L. del Comparto Funzioni Locali, che attualmente prevede:
  •  stipendio tabellare annuo € 18.034,07
  • I.V.C. annua € 126,24
  •  tredicesima mensilità
  • salario accessorio, se, ed in quanto dovuto;
  •  assegno per il nucleo familiare ed altre indennità spettanti per legge. 




napolisole.it  non e' legato in nessun modo ai concorsi,  pertanto declina qualsiasi responsabilità e non risponderà a comunicazioni riguardanti eventuali irregolarità.

Commenti

Post popolari in questo blog