Post in evidenza

FORMAZIONE DI UN ELENCO: INSEGNATE DI SCUOLA DELL'INFANZIA - CITTA' DI VENEZIA






                                                           COMUNE DI VENEZIA



INDETTA  SELEZIONE PUBBLICA PER UNA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PERSONALE A TEMPO DETERMINATO IN QUALITA' DI INSEGNANTE DI SCUOLA DELL'INFANZIA
DA UTILIZZARE IN  SUBORDINE ALLE VIGENTI GRADUATORIE





REQUISITI PER L'AMMISSIONE

  • essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: ▪ laurea in scienze della formazione primaria indirizzo scuola dell’infanzia o laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria classe LM 85 bis;
  • uno dei diplomi sottoelencati, conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002, aventi valore abilitante ai fini dell’insegnamento nelle Comune di Venezia Data: 31/12/2019, PG/2019/0651928 scuole dell’infanzia paritarie (come stabilito con la C.M. del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca n. 31/2003, punto 4.1 e successiva nota prot n. 3070/A7a del 23.07.2004):
  • diploma di abilitazione all'insegnamento nelle scuole del grado preparatorio conseguito presso le Scuole Magistrali;
  • diploma di maturità rilasciato dagli Istituti Magistrali;
  • titolo di studio riconosciuto equivalente ai precedenti, a seguito dell’attuazione di progetti di sperimentazione autorizzati ai sensi degli artt. 278 – 279 del D.lgs. 297/94;
  • nonché titoli equipollenti ad uno dei predetti diplomi e dichiarato tale ai fini dell'insegnamento nelle scuole dell'infanzia, con onere da parte del candidato di indicare il relativo decreto.
Per i titoli di studio conseguiti all'estero è richiesta la dichiarazione di equivalenza da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Funzione Pubblica ai sensi della vigente normativa in materia.

Il candidato che non è in possesso della dichiarazione di equivalenza deve allegare l’ attestazione di avvenuto inoltro alla Funzione pubblica della richiesta di equivalenza. In tal caso il candidato è ammesso con riserva al concorso, fermo restando che dovrà produrre la suddetta dichiarazione, pena la decadenza dalla graduatoria, entro i termini previsti per l’eventuale assunzione e in qualsiasi caso entro 150 giorni dalla data della richiesta di equivalenza inoltrata alla Funzione Pubblica.
  • cittadinanza italiana. Sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non residenti nella Repubblica ed iscritti all’A.I.R.E. 
OVVERO
  • cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o cittadinanza di un paese extracomunitario ai sensi di quanto previsto dall'art. n. 38 del D. Lgs. n. 165/2001 e possesso dei requisiti previsti dall'art. 3 del D.P.C.M. 07.02.1994 n. 174;
I cittadini europei o extracomunitari di cui al punto b) dovranno avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
  • età non inferiore agli anni 18 e non aver superato l’età prevista dalle vigenti disposizioni di legge per il conseguimento della pensione per raggiunti limiti di età;
  • idoneità fisica alle mansioni da svolgere, fatta salva la tutela dei portatori di handicap di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 104. Data la particolare natura dei compiti che la posizione di lavoro in oggetto implica, la condizione di privo della vista comporterà inidoneità fisica (Legge n. 120/91). L'Amministrazione, prima dell'assunzione, procede a sottoporre i candidati utilmente collocati in graduatoria a visita medica preventiva in base alla normativa vigente (art. 2, comma 3 D.P.R. 487/94; art. 41, comma 2 lettera e-bis D.Lgs 81/2008). L’accertamento della mancanza dell’idoneità prescritta per la posizione lavorativa comporta comunque, in qualunque momento, la cancellazione dalla graduatoria. I candidati in condizione di disabilità ai sensi dell'art. 1 della legge 68/99 possono partecipare alla selezione e l'Amministrazione comunale si riserva di sottoporre i candidati ad opportuna visita medica preventiva di idoneità alle mansioni;
  • limitatamente ai candidati di sesso maschile nati prima del 31 dicembre 1985, essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari di leva;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver subito condanne penali, anche non definitive, per reati che impediscono, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, la prosecuzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
  • non essere esclusi/e dall'elettorato politico attivo e di non essere stati/ e destituiti/e o dispensati/e dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati/e decaduti/e da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3;
  • assenza a proprio carico di condanne per taluno dei reati di cui agli articoli 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale, ovvero dell’irrogazione di sanzioni interdittive all'esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con minori;
  • non essere incorso nella risoluzione del rapporto di lavoro per mancato superamento del periodo di prova per il profilo messo a selezione da una Pubblica Amministrazione;
  • non essere stato licenziato da una Pubblica Amministrazione a seguito di procedimento disciplinare ovvero a seguito dell'accertamento che l'impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;
  • cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea nonché gli extracomunitari regolarmente soggiornanti se familiari di cittadini italiani e comunitari non devono essere incorsi anche nel paese di origine nelle fattispecie di cui ai punti 7), 8), 9), 10) 
  • accettare incondizionatamente le disposizioni contenute nel presente avviso e che le comunicazioni siano inviate tramite posta elettronica;
  • e che le comunicazioni siano inviate tramite posta elettronica; 14) non essere già presente nelle vigenti graduatorie per assunzioni a tempo determinato di insegnante scuola infanzia riportate in premessa.


TRATTAMENTO ECONOMICO

Viene riconosciuto il trattamento economico e giuridico della categoria C, da rapportare alla tipologia ed alla durata del contratto, pari ad uno stipendio tabellare annuo di € 20.344,07.= oltre al rateo di tredicesima, all'indennità di comparto e agli altri assegni, in quanto dovuti, nella misura fissata dal CCNL e dalla legge.



                       


Per la candidatura si dovrà utilizzare esclusivamente il fac-simile di domanda che dovrà essere trasmessa via e-mail all'indirizzo "selezioni.educativo@comune.venezia.it" entro il 30/06/2020.



napolisole.it  non e' legato in nessun modo ai concorsi,  pertanto declina qualsiasi responsabilità e non risponderà a comunicazioni riguardanti eventuali irregolarità.

Commenti

Post popolari in questo blog

CONCORSO PUBBLICO ISTRUTTORE DI POLIZIA MUNICIPALE