Post in evidenza

CONCORSO DI AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE CAT.C

   CONCORSO PUBBLICO DI AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE CATEGORIA C1


                                              COMUNE DI BAGALADI
                                                                REGGIO CALABRIA
                                                       
                                                           

INDETTO CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE CATEGORIA C POSIZIONE ECONOMICA C1 A TEMPO PIENO E INDETERMINATO. 

                                                SCADENZA 18 GENNAIO 2019



REQUISITI DI AMMISSIONE

  •  cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell'Unione Europea. Sono equiparati ai cittadini italiani i cittadini della Repubblica di S. Marino e della Città del Vaticano;
  •  idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni relative al posto di cui trattasi da accertare nelle forme di legge prima dell’entrata in servizio: in particolare, l’idoneità all'impiego ed alle mansioni proprie del profilo cui si riferisce il concorso attiene anche agli specifici requisiti previsti per conseguire la qualifica di Pubblica sicurezza; data la particolare natura dei compiti che la posizione di lavoro implica, la condizione di invalidità fisica comporta la inidoneità al posto messo a concorso;
  •  godimento dei diritti civili e politici e, per i cittadini non italiani, anche negli Stati di appartenenza o provenienza;
  •  età non inferiore gli anni 18 ;
  • possesso del seguente titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da istituti riconosciuti dall’ordinamento scolastico italiano. Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza, del titolo di studio posseduto, al titolo di studio richiesto dal presente bando, così come previsto dall'art. 38 del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165. In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione di aver avviato l’iter procedurale, per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa;
  • non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo; 
  •  non aver riportato condanne penali o non avere procedimenti penali in corso che comportino quale misura accessoria l’interdizione dai pubblici uffici o che impediscano la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
  • non aver riportato condanna, anche per effetto di applicazione della pena su richiesta delle parti ai sensi degli artt.444 e ss. c.p.p., per i delitti di cui all'art.15, comma 1 lett. a), b), c), d), e) ed f) delle legge n.55/90 modificata ed integrata dal'’art.1 comma 1 della legge n.16/92. Laddove sia stata già conseguita la riabilitazione alla data di scadenza del concorso, occorre fare espressa dichiarazione;
  • non aver riportato altra condanna definitiva per reati non colposi. Qualora il candidato avesse riportato una o più condanne per reati non colposi deve indicarlo nell'istanza; l’Amministrazione procedente si riserva di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all'impiego in relazione al titolo di reato ed all'attualità degli effetti della condotta punita e/o della pena inflitta in relazione alle mansioni della posizione di lavoro messa a concorso;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione ovvero di licenziamento per persistente insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi o comunque con mezzi fraudolenti ed inoltre non essere dipendenti dello stato o di altri enti pubblici collocati a riposo anche in applicazione di disposizioni di carattere transitorio e speciale;
  • essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva e di quelli relativi al servizio militare volontario (per i candidati cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31/12/1985) OPPURE posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva previsto dagli ordinamenti del paese di appartenenza (solo per i cittadini non italiani); 
  • possesso della patente di guida almeno di tipo B, ed essere disponibile ad acquisire a proprie spese la patente di categoria “A”;
  • possesso dei requisiti necessari per poter rivestire la qualità di agente di pubblica sicurezza di cui all'art. 5, legge 7 marzo 1986, n. 65: 
- godimento dei diritti civili e politici; - non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stato sottoposto a misura di prevenzione; 
- non essere stato espulso dalle Forze armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici; 

  •  non essere obiettore di coscienza oppure essere stato ammesso al servizio civile come obiettore ed essere stato collocato in congedo da almeno 5 anni ed avere rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza avendo presentando apposita dichiarazione irrevocabile presso l'Ufficio nazionale per il servizio civile ai sensi dell'art. 636, comma 3, del D. Lgs. 66/2010;
  •  non essere nella condizione di disabile ai sensi dell’art. 3 comma 4 della legge 68/99, in quanto trattasi di servizi non solo amministrativi ;
  •  conoscenza di base della lingua inglese. La conoscenza sarà accertata nella prova orale.
  • conoscenza di base dell’uso delle apparecchiature ed applicazioni informatiche più diffuse. La conoscenza sarà accertata nella prova orale.
  • disponibilità al porto e all'eventuale uso dell’arma, nonché alla conduzione dei veicoli in dotazione al Corpo di Polizia Municipale.
La pubblicazione del provvedimento all'albo pretorio dell’ente e sul sito web www.comune.bagaladi.rc.it. ,sostituisce qualsiasi altra forma di comunicazione ed ha valore di notifica agli interessati. 

Commenti

Post popolari in questo blog