lunedì 3 ottobre 2016

Concorso pubblico per Agenti Polizia Municipale - Vigili Urbani

             CONCORSO PUBBLICO PER VIGILI URBANI COMUNE DI BOLZANO

Indetto dal Comune di Bolzano concorso pubblico per esami, per il conferimento di n. 4 posti di Vigile Urbano ed annonario 5a qualifica funzionale, con contratto di lavoro a tempo pieno ed indeterminato 38 ore settimanali. SCADENZA 13 OTTOBRE 2016.


REQUISITI

titolo di studio:
 - accesso dall'esterno:  

  • diploma di scuola media inferiore o scuola elementare e assolvimento di un ulteriore triennio di studio o di specifica formazione professionale triennale o 6 anni di servizio con mansioni analoghe presso l'arma dei Carabinieri e/o presso le forze di Polizia dello Stato
OPPURE
- accesso tramite mobilità verticale:
  •  4 anni di servizio effettivo nella 4a qualifica funzionale nell’ambito dei profili professionali dell’area C) oppure di un’altra area se la mobilità verticale è indicata nel profilo professionale di appartenenza
OPPURE
  • 6 anni di servizio effettivo nella 3a qualifica funzionale nell’ambito dei profili professionali dell’area C) oppure di un’altra area se la mobilità verticale è indicata nel profilo professionale di appartenenza (l'accesso tramite mobilità verticale, previsto dall'art. 10 del DPReg 01.02.2005 n°2/L e dal Testo Unico degli accordi di comparto per i dipendenti dei Comuni, delle Comunità comprensoriali e delle A.P.S.P. del 02.07.2015, è riservato ai dipendenti comunali ed ai dipendenti degli Enti di cui all'art. 1 del vigente contratto collettivo intercompartimentale);
OPPURE
- accesso tramite mobilità orizzontale: 
  • 4 anni di servizio effettivo nella 5a qualifica funzionale  (l'accesso tramite mobilità orizzontale, previsto dall'art. 34 del Testo Unico degli accordi di comparto per i dipendenti dei Comuni, delle Comunità comprensoriali e delle A.P.S.P. del 02.07.2015, è riservato ai dipendenti comunali ed ai dipendenti degli Enti di cui all'art. 1 del vigente contratto collettivo intercompartimentale);
Per l'accesso all'impiego comunale, oltre ai titoli di studio o professionali italiani, sono ammessi anche i titoli conseguiti all’estero ed equiparati ai titoli italiani dalla vigente normativa in materia, presentati unitamente al decreto di riconoscimento rilasciato dagli organi competenti. I candidati in possesso dei menzionati titoli di studio esteri, soggetti a riconoscimento ma non ancora riconosciuti, sono ammessi alle procedure concorsuali con riserva, a meno che non sussista una disciplina più favorevole. L’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza del titolo di studio richiesto, così come previsto dall’art. 38 del decreto legislativo 30.03.2001, n. 165. In tal caso, il/la candidato/a deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione di aver avviato l’iter procedurale per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa.
  •  attestato relativo alla conoscenza delle lingue italiana e tedesca riferito al diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado rispettivamente ex carriera esecutiva, ("C") ovvero una dichiarazione sostitutiva dell’attestato di bilinguismo rilasciata dal servizio esami di bi- e- trilinguismo della Provincia Autonoma di Bolzano secondo il decreto legislativo n. 86/2010 (allegare la relativa documentazione). I candidati del gruppo linguistico ladino devono dimostrare anche la conoscenza della lingua ladina ai sensi dell'art. 3 ultimo comma del decreto del Presidente della Repubblica 26/07/1976 n°752, e successive modifiche ed integrazioni;
  • appartenenza o aggregazione ad uno dei tre gruppi linguistici prevista dall’art. 18 del decreto del Presidente della Repubblica 26.7.1976, n. 752 e successive modifiche ed integrazioni (vedasi punto 4.3),
  • patente di guida di cat. B;
  • assenza della dichiarazione di obiettore di coscienza oppure la dichiarazione di rinuncia allo status di obiettore di coscienza presentata presso l’Ufficio nazionale per il servizio civile ai sensi della legge n°130 del 02/08/2007;
  • cittadinanza italiana;
  •  idoneità psicofisica all'impiego comprensiva di visus ed udito (i requisiti minimi sono stabiliti con decreto 28/04/1998 del Ministero della Sanità) (vedasi punto 4.3).
Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo e coloro che siano stati destituiti o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione.  

TRATTAMENTO ECONOMICO
  • 12 mensilità lorde pari a 1.806,85 Euro;
  • l’indennità di istituto, la 13a mensilità nonché le aggiunte di famiglia, se ed in quanto dovute;

Per tale stipendio sono previsti i seguenti 
aumenti periodici, in base a quanto stabilito
dall'art. 76 del contratto collettivo 
intercompartimentale e previa valutazione 
soddisfacente della professionalità del personale:
  • nel livello retributivo inferiore 3 classi biennali del 6% calcolate sullo stipendio iniziale;
  • nel livello retributivo superiore scatti biennali del 3% computati sullo stipendio iniziale.  

                                                      BANDO INTEGRALE
 
             






Nessun commento:

Posta un commento

""."ca-pub-9603897488238814",