Post in evidenza

Materiale di studio per Oss: La temperatura corporea

                                               La temperatura corporea parametro vitale

 I parametri Vitali 

Riflettono lo stato fisiologico del corpo e forniscono informazioni precise sul funzionamento delle'equilibrio omeostatico. Rilevano in maniera precisa lo stato del paziente nella su globalità.

Essi sono:

  • Temperatura corporea 
  • Polso
  • Respiro
  • Pressione Arteriosa
  • Dolore
La temperatura Corporea:

rappresenta il punto di equilibrio tra il calore prodotto e quello disperso; il suo centro di regolazione è situato nell'ipotalamo, che controlla l'aumento o la diminuzione della temperatura.
La temperatura corporea media nell'uomo la temperatura normale è comunemente considerata di 37°.
Per misurare la temperatura corporea ci avvaliamo dei termometri i quali possono essere di diverso tipo:
  • Termometri a mercurio (fuori produzione)                                   
  • Termometri digitali
  • Termometri timpanici
Le variazione di temperatura indicano lo stato di salute del corpo:
  • Ipertermia è l'aumento della temperatura
  • Ipotermia è la diminuzione della temperatura
Si parla di febbre quando la temperatura corporea sale al di sopra dei valori normali. La febbre è il più comune segno di malattia che si manifesta a causa di un'infezione e rappresenta un meccanismo di difesa dell'organismo all'attacco da parte di virus o batteri: no è la malattia!!
  • febbricola: se la febbre non supera i 38°C
  • febbre lieve: temperatura compresa tra 38-38,5°C
  • febbre elevata: 39-39,5°C
  • iperpiressia: 39,5-41°C
Sintomi:
  • pallore (vasocostrizione periferica)
  • piloerezione (pelle d'oca)
  • brividi,sensazione di freddo
  • malessere generale.
Tipi di febbre:

Febbre continua: la temperatura corporea raggiunge i 40°C e si mantiene pressocchè costante durante il periodo del culmine, profusa.
  • Febbre remittente o discontinua: il rialzo termico subisce durante il periodo del culmine
  • febbre intermittente: periodi di ipertermia si alternano a periodi di apiressia (senza febbre). Queste oscillazioni si osservano durante una stessa giornata.
  • Febbre ondulante: il periodo febbrile oscilla da 10 a 15 giorni
  • Febbre ricorrente:il periodo febbrile oscilla da 3 a 5 giorni.La temperatura subisce fisiologiche variazioni nell'arco della giornata con il livello più basso il mattino alle 4 ( o secondo alcune fonti due ore prima del risveglio) e più alto la sera alle 18.
  • febbre algida: ipertermia interna con ipotermia periferica. E' tipica del colera dove la temp.ascellare può scendere fino a 35-33°C, mentre la temperatura interna può raggiungere i 39°C40°
  • Defervescenza: In medicina,caduta o cessazione della febbre (detta anche sfebbramento).
Può avvenire gradualmente e (per lisi risoluzione lenta,graduale) o bruscamnete (per crisi risoluzione,improvvisa e pericolosa per i pazienti).
Cosa Fare


  • Assumere molti liquidi, per minimizzare il rischio di disidratazione
  • applicare impacchi rinfrescanti per favorire la perdita di calore dal corpo (spugnature con acqua fredda)
  • Mangiare poco ma spesso: così facendo,viene favorita la funzione digestiva
  • Masticare lentamente
  • Non riscaldare eccessivamente gli ambienti
  • Coprire la bocca con la mano o, meglio ancora,con un fazzoletto quando si starnutisce o si tossisce
  • Rimanere a riposo
                  














Commenti

Post popolari in questo blog