sabato 24 ottobre 2015

Materiale di studio per Oss: Il respiro

                                                             Il Respiro parametro vitale

Il Respiro

È uno dei m,eccanismi fonfamentali, è l'atto con cui si introduce ossigeno nel corpo, attraverso l'immissione di aria nei polmoni (Ispirazione ) e si espelle l'anidride carbonica (Espirazione), un alterazione di questa funzione porta ad una precoce carenza di ossigenazione a livello dell'organismo, con gravi coneseguenze.

La frequenza respiratoria in condizioni normali in una persona adulta è di 12-20 atti respiratori al minuto.

Vediamo gli atti respiarori quanti sono dal neonato all'anziano:

  • Neonato:             30-60 atti respiratori al minuto                             
  • 1-5 anni               20-30 atti respiratori al minuto
  • 6-10 anni             18-26 atti respiratori al minuto
  • 10-età adulta       12-20 atti respiratori al minuto
  • Anziani               16-25 atti respioratori al minuto

Caratteristiche del Respiro



  • Frequenza Respiratoria: è il numero di atti respiratori effettuati in un minuto (12-18).
  • Ritmo: è il modo con cui si susseguono gli atti respiratori.
  • Eupnea: respiro normale e senza sforzo.
  • Tachipnea: respiro veloce con atti respiratori rapidi e superficiali frequenza respiratoria persistente superiore ai 20 atti al minuto.
  • Bradipnea: respirazione anormale lenta frequenza respiartoria inferiore a 12 atti al minuto
  • Dispnea: sensazione soggettiva di un respiro faticoso in posizione seduta.
  • Apnea: sensazione soggettiva di un respiro faticoso e della mancanza di respiro.
  • Ortopnea: capacità di respirare solo in posizione seduta.
  • Apnea: cessazione della respirazione.
  • Respiro di Biot: tipo di respiro caratterizzato da quattro o cinque atti inspiratori consecutivi di ampiezza normale e di uguale profondità, separati da un breve periodo di apnea. Si osserva nel corso di encefaliti, sindromi meningee, tumori endocranici.
  • Respiro di Cheyne - Stokes respiro patologico di notevole gravità, caratterizzato da atti respiratori di profondità lentamente crescente e decrescente, alternati a pause di apnea (20-30 sec.). Cause più frequenti sono lo scompenso cardiaco, il coma uremico, l'overdose da oppiacei.
  • Respiro di Kussamaul tipo di respiro patologico caratterizzato da inspirazione profonda e rumorosa, breve apnea inspiratoria, espirazione gemente, pusa espiratoria prolungata. rappresenta un meccanismo di compenso allìacidosi, quale si riscontra nel coma diabetico o uremico.



















Nessun commento:

Posta un commento

""."ca-pub-9603897488238814",