Post in evidenza

Convitto Pontano alla Conocchia Napoli Rione Sanità

Immagine
CONVITTO PONTANO ALLA CONOCCHIA - RIONE SANITA'
Il Convitto Pontano alla Conocchia è un edificio storico del Rione Sanità in Napoli. In passato è stato di proprietà della Compagnia di Gesù e per cui è noto anche come Convitto Nazionale dei Gesuiti oppure Istituto Francesco Giordani alla Conocchia.

Mteriale di studio per Oss: il disagio emotivo della famiglia


                                                      Il disagio emotivo della famiglia

Una malattia grave rappresenta un evento stressante per tutta la famiglia, che si ripercuote inevitalbilmente sul sistema di relazioni. Avviene un reciproco condizionamento. Il trauma può mettere cosi in crisi la famiglia che scarica il compito dell'assistenza del malato su altri.
Oppure può accadere che la sofferenza del malato può attivare risorse inimmaginabili prima.

La famiglia è un'unità sofferente che la malattia grave costringe ad una serie di adattamenti psicologici, relazionali, sociali ed economici..Mutano i ruoli, le aspettative e le prospettive per il futuro. spesso la famiglia non sa che ci sono molti modi diversi per stare accanto all'ammalato. per questo occorre fornire alla famiglia informazioni, insegnare ai suoi membri a sostenersi reciprocamente a coinvolgere nelle cure le varie figure assistenziali. Non è facile accettare l'idea che qualcuno che amiamo si ammali.

Possiamo provare: paura, rabbia, tristezza, senso di colpa.
L'avanzamento della malattia grave oltre a produrre forti ripercussioni sull'ammalato determina un forte coinvolgimento emozionale nei familiari

I familiari risentono:

  • di un profondo stato di abbattimento per le sorti future del malaato
  • di un senso di colpa legato all'impotenza per non riuscire ad arrestare l'evoluzione della malattia.
  • delle preoccupazioni per i possibili cambiamenti economici
  • di un isolamento da parte di amici e conoscenti
  • di un crollo psicofisico causato dall'assistenza estenuante
Inoltre uno studio è emerso che lo stato d'ansia era comparabile a quello dei malati.
Ciò indica che è importante non escludere dall'assistenza la famiglia.
Le reazioni nei confronti della persona malata possono essere varie ma comunque all'interno dei due poli:
  • Dell'iperprotettività 
  • Del rifiuto
In entrambi i casi e come se tentassimo di allontanare o di annullare la consapevolezza di quanto sta accandendo.













                                             

Commenti