Post in evidenza

O' munacone... ovvero San Vincenzo alla Sanità!

San Vincenzo Ferrer
Dal cuore di Napoli, emerge la maestosa  cupola della Basilica di Santa Maria alla Sanità.
La sua visione affascinante ti spinge ad entrarvi: al suo interno atmosfera barocca e palecristiana si fondono e ti accolgono in perfetto equilibrio.

Questa chiesa sorge nel popolare Rione sanità ed è nota con il nome di San Vincenzo Ferrer detto ò Munacone, perchè appartenente all'ordine domenicano. Grande predicatore, era dotato di potente carisma e godeva quindi dell'attenzione sia della popolazione locale che in quella dei potenti del suo tempo. Fu prescelto dal Signore come tramite per la manifestazione di grandi prodigi rimasti ancora vivi per la loro fama.

E' l'unico Santo della chiesa che, per la proclamazione, ha avuto il riconoscimento di più di 80 miracoli accertati, su migliaia di deposizioni, durante il suo processo di canonizzazione. Ancora oggi il culto per questo Santo Medioevale è presente in tutto il mondo. Un profondo affetto lega la basilica al quartiere, che esplode in tutto il suo entusiasmo il 5 Aprile e il primo martedì di luglio, quando si festeggia San Vincenzo Ferrer. Nella prima data, dopo la funzione, la statua del santo viene portata in spalla dalle associazioni cattoliche locali con gli stendardi sciolti sul sagrato della chiesa. E' il momento del rito ''trase e jesce'': i portatori incitati dal capo paranza si fermano e poi tornano indietro di tre passi, quasi saltellando, e cosi per tre volte.


La seconda data celebra il miracolo a lui attribuito della fine del colera del XVII sec. Per l'occasione la Piazza è addobbata  con luminarie e bancarelle e di nuovo la statua è in processione. Lungo il quartiere bambini vestiti di bianco come San Vincenzo e bambine vestite da contadinelle accompagnano il santo, con i suoni della banda e gli spari dei mortaretti in sottofondo. Non si può che restare affascinati da tutto ciò e gioire con loro proprio come dei bambini!

                                                                                                                                                                                                                                                            


Commenti