Post in evidenza

Lavorare in Norvegia come OSS: cenni sul sistema norvegese

                                           Lavorare in Norvegia come OSS





corso-oss.png (240×180)Sono tanti gli OSS (Operatori socio sanitari) che stanno valutando concretamente l’ipotesi di trasferirsi all’estero per trovare migliori opportunità occupazionali. Lavorare in Norvegia come oss potrebbe essere un’idea per gli amanti del Nord Europa e per chi desidera fare un’esperienza diversa in un Paese nuovo rispetto all’Italia. Il sistema norvegese è molto progredito da un punto di vista del welfare e la tradizione nel campo della formazione degli operatori socio sanitari è molto lunga in quanto affonda le sue radici nel lontano 1963. In un primo momento toccava agli ospedali e alle scuole private mentre successivamente, a partire dal 1979, sono stati istituiti dei licei ad indirizzo socio sanitario. La durata del percorso di studi è di tre anni in cui vengono insegnate le stesse materie conosciute anche in Italia.




Lavorare in Norvegia come oss: quali mansioni?


In Norvegia ci sono circa 70 mila operatori socio sanitari. Il principale compito del’oss è quello di prestare assistenza a gruppi di malati, in particolare i pazienti con handicap, i portatori di patologie invalidanti e croniche oltre che bambini e donne prossime al parto. L’assistenza copre tutta la giornata e gli oss che lavorano presso il servizio sanitario nazionale sono subordinati agli infermieri professionali oppure a dei tutor. Ci sono poi rami diversi che lavorano con pedagogisti e fisioterapisti oppure svolgono la professione in modo indipendente.

Come diventare OSS in Norvegia

Le strade sostanzialmente sono tre:
1) Frequentare scuola superiore di durata triennale;
2) Frequentare una scuola privata;
3) Frequentare un corso di studi per adulti la cui durata è di 60 mesi con pratica ed esame di teoria finale.
Terminati i tre anni del corso è possibile proseguire gli studi approfondendo per un anno ulteriore nel settore che si predilige.

Commenti