mercoledì 12 novembre 2014

Scappa di casa a 12 anni e va a vivere per sei giorni all'Ikea

 

 

Qual è il miglior posto dove andare per far perdere le proprie tracce? E' la domanda che si è fatto un ragazzo cinese di 12 anni, il quale, dopo aver litigato con la mamma perché non aveva fatto i compiti, è scappato di casa e corso a rifugiarsi... all'Ikea.


Peng Yijian, di Shanghai, probabilmente aveva passato il pomeriggio a giocare invece di fare gli esercizi per scuola: il giorno dopo la sua insegnante ha deciso di non fargliela passare liscia e ha avvertito sua madre prima di rimandarlo a casa per direttissima. Arrivato dai genitori, Peng ha passato un altro brutto quarto d'ora: mamma Liu ovviamente gliele avrà cantate di santa ragione e lui, in piena crisi adolescenziale, ha deciso di scappare di casa e rifugiarsi in un posto in cui pensava non lo avrebbero mai trovato... l'outlet Ikea nel distretto di Xuhui.

Tra un letto e un divano, Peng è riuscito a sopravvivere per 6 giorni prima che la polizia lo individuasse. Non avendo un soldo in tasca, si è nutrito con assaggini di cibo gratuiti al ristorante della ditta svedese: una polpetta qui, un dolcetto lì. Questo per quasi una settimana, quando lo hanno trovato vicino ad una scala mobile. Il ragazzo era molto debole ed è stato accompagnato all'ospedale dove i medici lo hanno trattato con flebo per fargli recuperare le forze.

Una passione per i grandi magazzini quella di Peng, che era già scappato di casa altre volte: in questa ultima fuga prima di arrivare all'Ikea aveva fatto un passaggio all'outlet Carrefour. Chissà quale negozio prenderà di mira la prossima volta.

Nessun commento:

Posta un commento

""."ca-pub-9603897488238814",